News

SOSTEGNO IN FAVORE DELL’INDUSTRIA DEL TESSILE, DELLA MODA E DEGLI ACCESSORI: definite le attività economiche che possono usufruire del credito

Sulla G.U. n. 233  del 29 settembre 2021 è stato pubblicato il decreto 27 luglio 2021 del Ministero dello Sviluppo Economico che indica i criteri per l’individuazione dei settori economici ammissibili al credito di imposta; il decreto stabilisce i criteri per l’individuazione indicando  dettaglio (art. 2), i codici ATECO 2017 dei soggetti, esercenti attività d’impresa, operanti nell’industria tessile  e della moda, della produzione calzaturiera e della pelletteria (settore tessile, moda e accessori) che possono usufruire del beneficio

Tale  credito di imposta  è riconosciuto nella misura del trenta per cento del valore delle rimanenze finali di magazzino  eccedente la media del medesimo valore registrato nei tre periodi d’imposta precedenti a quello di spettanza del beneficio.

Il credito d’imposta è riconosciuto fino all’esaurimento dell’importo massimo di 95 milioni di euro per l’anno 2021 e 150 milioni di euro per l’anno 2022, che costituiscono limiti di spesa.